Sporting Fish - Articoli per la pesca - Roma

Vai ai contenuti

Menu principale:

19/07/2012 - Primo tonno di stagione

Diario di Bordo

PRIMO TONNO DI STAGIONE...................


Giovedì, 19 luglio 2012. Stefano alle 5,30 è puntuale  sotto casa, carichiamo l’attrezzatura e ci dirigiamo al solito bar per la consueta colazione ,uscendo dal bar trovo una monetina da 2 centesimi che racolgo e dico a Stefano oggi questa monetina ci porterà fortuna. Prendiamo la barca e scendendo il tevere ci fermiamo  al rimessaggio di Mario per imbarcare Lallo e Dario, equipaggio esperto e determinato, si parte a tentare la cattura di un tonno, mettiamo il muso della barca verso Focene è lì il nostro spot, alle 8,00 siamo in pesca  dopo aver fatto la classica scia di pastura, mettiamo una canna a 45 metri di profondità una a 30 metri  una a 20 e l’ultima a galla, vari sono gli inneschi dal ciuffo alla T alla singola sarda , incomincia l’attesa………..Lallo ogni tanto si dedica al canto di canzoni datate che non infastidiscono anche perché è intonato, e si continua nel  frattempo a pasturare. Che dite : a quale mangerà ????? se mangerà !!!!!!!!!!!! È la domanda e la risposta che più frequentemente ci poniamo, il tempo passa  sono le 10,30 è ora di variare qualche cosa, Lallo recupera la prima canna toglie il vecchio innesco e innesca una bella alaccia si appresta a ricalare la lenza in acqua quando sente sulle dita un sussulto, quasi uno strappo, con sangue freddo ha il tempo di stringere la frizione e subito dopo il cicalino incomincia a cantare come aveva fatto fino a poco prima lui,  sicuramente il tono è molto  più acuto,

 

liberiamo dalle canne in acqua lo spazio davanti a noi e siamo in combattimento. Dopo la prima mezzora  Lallo mi passa la canna e dice " RAGAZZI è UN PESCE IMPORTANTE" il pesce fa delle ripartenze incredibili che a volte sono difficili da contenere, il tempo passa, in fretta, ma passa i muscoli incominciano a tirare fuori l’acido lattico, è ora di passare il gioco, entra Dario il più giovane dell’equipaggio continua il combattimento siamo quasi a un ora ed il pesce continua le sue fughe prima verso il fondo poi verso il largo anche Dario stà vivendo la sua avventura ormai manca solo Stefano è il suo turno e  preso possesso della canna esclama:" ma sto pesce quando se stanca " . dopo circa due ore, si vede la sagoma argentea che incomincia a fare i famosi giri della morte, e di lì a poco è a galla, raffiato e issato a bordo, lì ci rendiamo conto della mole del pesce che alla bascola farà registrare il peso di 105 kg. Onore al grande pesce che dà solo è riuscito a far stancare 4 persone e che sicuramente  ci avesse incontrati da soli avrebbe vinto lui. A proposito la monetina da 2 centesimi ha portato fortuna davvero e adesso risiede stabilmente nel mio portafoglio. CIAO



Torna ai contenuti | Torna al menu