Sporting Fish - Articoli per la pesca - Roma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Roubasienne

Tecniche di pesca
 

Sicuramente una delle pesche più affascinanti e precise delle acque interne e non solo. Questa tecnica che prende il nome dal paese della Francia dove è stata inventata, si avvale di una canna ad innesti della lunghezza che varia dai 11.5 a 16 metri, la lenza viene costruita in base alla profondità del posto di pesca, aggiungendo un lasco(tratto di filo dal galleggiante alla vetta)di circa 1.5 mt.( per fare un esempio: se si sta pescando in un luogo con 3 mt. di profondità la lenza si farà lunga 4.5 mt) questa parte di canna si chiama punta, e può essere formata da tre a cinque pezzi di canna, sui primi tre pezzi viene montato tramite delle scalette(così chiamate)un elastico, il suo ruolo è quello di aiutarci nello stancare e nel salpare la preda, vi sono diversi diametri di questi elastici che dovranno essere scelti in base al tipo di pesce ed al tipo di terminale che dovremo usare, sulla vetta verrà applicata una boccola per non farla tagliare dallo sfregamento dell’elastico e per non far rompere lo stesso, ed infine sullo stesso elastico verrà applicato un apicale che farà da congiunzione con la lenza. Per utilizzare al meglio la roubasienne bisognerà avvalersi di ulteriori ed obbligatori attrezzi come il paniere con pedana(per stare comodi in fase di pesca, ed avere tutto l’occorrente a portata di mano),ed un rullo dove far scorrere la canna in fase di recupero del pesce, molto comodo in fase di pasturazione è il cuppin kit, non è altro che una serie di coppette che variano di misura e vanno scelte in base a quello che si vuole usare per pasturare, vengono applicate tramite boccola sulla parte finale di una apposita punta per fare in modo di avere la massima precisione sul punto di pasturazione.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu